Abash

Abash

Abash

Il gruppo si forma nell'ottobre del '98 sulla scia della rinata musica etno-popolare salentina. Alla ricerca di una identità, il gruppo incontra i ritmi tribali e ossessivi della vicina Africa e le suadenti melodie orientali, ma l'anima rock prevale e dà vita a quel rock mediterraneo un po' progressive di cui gli Abash possono ritenersi unici interpreti.

Il brano Salentu e Africa sarà il loro manifesto musicale. Nel maggio 2000 esce il loro primo CD autoprodotto Salentu e Africa dove finalmente il popolare e l'etnico trovano nuova linfa in una esplosiva miscela rock che specie nelle esibizioni live suscita l'interesse di quella critica pugliese meno distratta dal fenomeno "pizzica". Il secondo disco esce nel luglio del 2004 ed é prodotto da Rai Trade, successo di vendite per gli Abash che con Spine e malelingue confermano l'indirizzo progressive della loro musica ma anche il sogno di un Mediterraneo di pace e un Salento approdo di nuove speranze. Nel 2010 esce il loro ultimo CD Madri senza terra per l’etichetta Immaginifica by Aereostella con distribuzione fisica Edel.