Vic Vergeat

Inizia la sua carriera giovanissimo, scrivendo e incidendo la sua prima canzone con i Blackbirds a soli 15 anni. Appena maggiorenne si trasferisce a Londra dove, dopo svariate collaborazioni, registra il primo album dei Toad prodotto da Martin Birch (già al lavoro con gli Iron Maiden e i Deep Purple). Nel 1974 seguiranno “Tomorrow Blue” e l’anno successivo “Dreams” che consacreranno la band come uno dei gruppi cult degli anni Settanta.
Nel 1980 Vic approda negli Stati Uniti dove realizza per la Capitol Records due album: “Down The Bone”, prodotto da Dieter Dierks (collaboratore degli Scorpions) e “Weapon of Love”, prodotto da Many Charlton (collaboratore dei Nazareth), raggiungendo la top 50 della classifica rock U.S.A.
Successivamente, si imbarcherà in tour di quattro mesi nelle principali città americane con i già citati Nazareth e con Joe Perry degli Aerosmith.
Al rientro in Europa, dà vita ai Blue (con Marc Storace dei Krokus) incidendo l’album “When a Man”. Poco dopo, viene invitato dai Gotthard a partecipare al cd live “Defrosted” nel quale è anche 
autore di alcuni brani: il relativo tour si rivelerà un grande successo grazie anche al memorabile concerto al Montreaux Jazz Festival con la partecipazione straordinaria di Montserrat Caballet.
Nel 1998 collabora con Gianna Nannini alla realizzazione di “Cuore”, scrivendo alcuni brani con lei e partecipando al tour che segue. Il 2000, invece, è l’anno del debutto della Vic Vergeat Band, nata come trio (con Michele Guaglio al basso e Giorgio Di Tullio alla batteria) e che dal 2009 si avvale del contributo di artisti come Mel Collins (King Crimson e Dire Straits), Tim Hinkley (Rolling Stone e The Who), Kat Dyson (Prince) e Lisa Hunt (Zucchero).
“No Compromise” è il titolo del doppio cd live registrato dalla band con numerosi ospiti, tra i quali Mary Birch con la quale partecipano anche al tributo a Jimi Hendrix. Vic è stato, inoltre, recentemente ospite del tour di Popa Chubby.
E’ uscito per FermetiVivi by Aereostella il doppio cd acustico “Just The Two of Us”, con protagonisti Vergeat e la sua chitarra.