I Ribelli

Il gruppo dei Ribelli nasce nella primavera del 1960 , il nome viene dato da Adriano Celentano contemporaneamente all’uscita del suo 45 giri Il Ribelle.
Ne fanno parte in questa prima formazione: Gianni Dall’Aglio (batteria), Natale Massara (sax), Gino Santercole (chitarra), Giorgio Benacchio (chitarra), “Giannino” (basso). I Ribelli diventano il gruppo personale di Celentano e lo affiancano nei concerti di quell’anno. Quando Adriano nel 1961 parte per il servizio militare il gruppo inserisce due nuovi musicisti: Livio Pasolini al basso e Nando de Luca al pianoforte, quest’ultimo procura ai Ribelli, in assenza di Adriano, un lavoro utlile per la crescita del gruppo, accompagnando il cantante inglese Colin Hicks in una lunga serie di spettacoli teatrali in tutto il paese.
Celentano dopo aver terminato il servizio militare, ritorna inserendo nel gruppo Detto Mariano al pianoforte, che successivamente diventerà suo arrangiatore.
La formazione cambia nuovamente nel 1963 contemporaneamente alla nascita dell’etichetta discografica Clan fondata da Adriano: Gianni Dall’Aglio detto “cocaina” (batteria), Giorgio Benacchio detto “pocaluce” (chitarra), Natale Massara detto “befanino” (sax), Gianfranco Lombardi (basso) e per un breve periodo Gigi Marson (pianoforte) e Dino Pasquadibisceglie (chitarra). I Ribelli collaborano e realizzano le produzioni discografiche della nuova etichetta Clan e nel 1964 incidono il loro primo successo Chi mai sarà la ragazza del clan.
Alla fine dello stesso anno entrano a far parte della formazione i fratelli parigini Philippe e Jean Claude Bichara alla chitarra e al basso . Il nome dei Ribelli appare su tutta la discografia Clan dal 1963 al 1966, incidono: Per una lira di Lucio Battisti, ed A La Buena de Dios (San Remo 1966).
In quegli anni il gruppo inizia una lunga serie di concerti e, nel 1966, anche un concerto a Tripoli in Libia . Alla fine di quell’anno il gruppo ha un incontro storico nel locale milanese il Santa Tecla con Demetrio Stratos ed è amore a prima vista, entra subito nei Ribelli come cantante e organista.
Contemporaneamente il bassista Angel Salvador in quei giorni a Milano, entusiasma tutti. Nasce così la formazione più rappresentativa della band storica I Ribelli.
Dopo l’uscita del singolo Come Adriano nel 1966, il gruppo prende una decisione sofferta, lascia il Clan Celentano per approdare alla Ricordi e nella primavera del 1967 incide Pugni chiusi di Beretta Dall’Aglio e partecipa al cantagiro di quell’anno.
Nell’era Ricordi escono numerosi 45 giri nell’ordine: Chi mi aiuterà del 1967, Nel sole e nel vento, nel sorriso e nel pianto, Obladì obladà, il 33giri Ribelli , numerosi anche i concerti effettuati dal 1967 all’inizio del 1970 nei principali locali e in piccoli club dove insieme ai loro successi inseriscono brani soul cantati magistralmente dall’indimenticabile Demetrio.
La formazione si scioglie nel 1970, ritorna nel 1977 con un 45 giri Ricordi Illusione ma non fa concerti. Nel 1986 prodotto dall’amico Giorgio Fieschi viene realizzato per la CGD un live da Bellinzona con la nuova formazione ricostituita da Gianni Dall’Aglio.
Nel mese di giugno del 2008 I Ribelli formati da Alberto Ferrarini, Davide Mainoldi, Pietro Benucci, Maurizio Bellini oltre a Gianni Dall’Aglio, incidono per Aereostella un doppio CD live registrato all’ Idroscalo di Milano intitolato I Ribelli cantano Adriano  che esce nel dicembre dello stesso anno.
Tra la fine del 2008 e i primi mesi del 2009 il gruppo é impegnato  in una lunga serie di apparizioni televisive.